Dolci pasquali toscani e umbri: le ricette

Pizza dolce di pasqua

Tempo di lettura: 4 minuti.

Pasqua è alle porte e, anche se quest’anno non la si festeggerà come da tradizione, circondati dai familiari o con gli amici, non si prescinde da un menu pasquale con i fiocchi. Già si sta pensando ad antipasti sfiziosi, primi piatti squisiti e secondi golosi per la prossima domenica. Ma in questo periodo sono i dolciumi i veri protagonisti: non solo la classica colomba artigianale, ma anche e soprattutto preparazioni regionali, ricette tramandate di famiglia in famiglia e che vogliamo rigorosamente onorare ogni anno.

A Cose del Posto, amiamo proprio questi piatti ed è per questo che vogliamo condividere alcuni classici della tradizione del centro Italia.

 Partiamo dai dolci di Pasqua umbri, proponendovi la ricetta della pizza dolce e della ciaramicola, per poi passare ai dolci pasquali della Toscana, altrettanto gustosi ma decisamente diversi: parliamo delle ciambelle di Pasqua e dei quaresimali. Pronti a rendere queste Feste ancora più squisite?

Pizza dolce di Pasqua umbra

Tipica della zona di Terni, la pizza dolce (così come quella al formaggio) è la regina della colazione di Pasqua. Realizzarla è più semplice di quanto si creda, ecco le dosi per una crescia dolce per tutta la famiglia.

Ingredienti:

  • 250 g di farina;
  • 12 g di lievito di birra;
  • 300 g di zucchero;
  • 5 uova;
  • Cannella q.b.;
  • Scorza di un limone non trattato;
  • Scorza di un’arancia non trattata;
  • 1 pizzico di sale;
  • Vanillina q.b.

Procedimento:

Per realizzare la crescia dolce di Pasqua umbra sciogliete il lievito in un po’ di acqua tiepida e unite il composto alla farina, sbattendo con le fruste fino a far comparire delle bolle all’impasto. A questo punto, lasciate riposare per 2 ore.

Dividete i tuorli dagli albumi. Mescolate i 5 tuorli con due terzi dello zucchero e la cannella (ne basterà circa un cucchiaino) e unite il tutto all’impasto; montate gli albumi a neve, aggiungendovi un pizzico di sale, per poi amalgamare la spuma al resto dell’impasto. Lasciate lievitare altre 2 ore.

Dopo aver fatto lievitare l’impasto, sciogliete lo zucchero rimasto e lasciatelo raffreddare un po’ prima di incorporarlo insieme alla scorza dei due agrumi e a un pizzico di vanillina.

Distribuite l’impasto su uno stampo dai bordi alti, lasciate riposare per un’ora e infornate a 160°C per 75 minuti. La colazione di Pasqua sarà più che mai speciale, quest’anno.

Ricetta della ciaramicola umbra

Se a Terni è la pizza dolce a farla da padrone durante il periodo delle festività pasquali, in provincia di Perugia è la ciaramicola a dettare legge. La principale differenza tra i due lievitati è l’alchermes. Questa la ricetta per la torta perugina.

Ingredienti:

  • 450 g di farina;
  • 250 g di zucchero;
  • 2 uova;
  • 3 albumi;
  • 100 g di burro;
  • Scorza grattugiata di un limone non trattato;
  • 1 bustina di lievito per dolci;
  • 1 bicchierino di alchermes;
  • 2 cucchiai di zucchero a velo;
  • Confettini colorati.

Preparazione:

Preparate la base dell’impasto unendo, in una capiente ciotola, la farina, lo zucchero, le uova, il burro a temperatura ambiente, il lievito, la scorza del limone e, infine, l’alchermes. Imburrate uno stampo a forma di ciambella, infarinatelo e riponetevi il composto. Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per mezz’ora circa.

Dedicatevi poi alla glassa e alla copertura. Montate gli albumi a neve con l’aggiunta dello zucchero e spalmate la glassa sul dolce a fine cottura, dopo averlo lasciato raffreddare qualche minuto. Decorate poi la torta con i confetti colorati e riponete in forno spento per 5 minuti, avendo la cura di lasciare aperto lo sportello. Et voilà, la vostra ciaramicola è pronta per essere servita!

Ciambelle di Pasqua toscane, la ricetta tradizionale

Spostiamoci virtualmente in Toscana e scoviamo due delle ricette più radicate nella tradizione dei dolci di Pasqua toscani. Queste le indicazioni e le dosi per preparare i ciambellini tipici della Garfagnana. Si tratta di circa 15 ciambelle del diametro di circa 20 cm.

Ingredienti:

  • 1 Kg di farina di tipo 1;
  • 400 g di zucchero;
  • 225 g di burro;
  • 5 uova;
  • 100 g di vaniglia;
  • 2 bustine di lievito;
  • 1 bicchierino di alchermes o di vinsanto;
  • scorza di un limone non trattato;
  • scorza di un’arancia non trattata;
  • mezzo bicchiere di olio EVO;

Procedimento:

Per l’impasto, unite in una ciotola zucchero, tuorli, burro, olio, alchermes (o vinsanto, a seconda dei gusti), gli albumi montati a neve e tutti gli aromi (ossia vaniglia e scorza degli agrumi). Setacciandola, unite a mano a mano anche la farina, avendo cura di amalgamare bene l’impasto senza che si formino grumi, e poi il lievito.

Su una spianatoia infarinata, lavorate l’impasto fino a che non risulti più appiccicoso e create la forma per i ciambellini. Distribuite le ciambelle su una teglia e infornate per un quarto d’ora o venti minuti a 180°C.

Ricetta dei quaresimali, i biscotti della tradizione

L’ultima ricetta che vi proponiamo è quella dei quaresimali, biscotti a forma di lettere tipici del periodo pasquale in Toscana.

Ingredienti:

  • 200 g di farina;
  • 200 g di zucchero;
  • 3 albumi;
  • 50 g di pasta di nocciole;
  • 50 g di cacao amaro;
  • 1 bustina di vanillina.

Procedimento:

Preparare questi biscotti augurali è molto semplice. Montate a neve gli albumi con lo zucchero e poi aggiungete la pasta di nocciole.

A parte, mescolate la farina al cacao e alla vanillina, per poi unire delicatamente i due composti. Lasciate riposare per una trentina di minuti.

Scaldate l’impasto a bagnomaria e mettetelo in una sac a poche, ponete un foglio di carta da forno su una teglia e create le vostre lettere con la tasca da pasticceria.

Infornate a 160°C per una decina di minuti, ma solo dopo aver lasciato riposare i biscotti per una notte intera. Con tutte queste ricette golose, non vediamo l’ora che arrivi la Pasqua per sfornare dolci tipici. E voi?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento