Idee per il tuo aperitivo in casa: kit degustazione birre e formaggi

Kit degustazione birra

Tempo di lettura: 4 minuti.

Quella dell’aperitivo è ormai una consuetudine che coinvolge milioni di italiani: un momento di relax da concedersi in compagnia del partner oppure degli amici, dopo una lunga giornata di lavoro. Un’ora di convivialità che può trasformarsi nell’occasione perfetta per gustare alcuni dei prodotti più gustosi della grande tradizione dello Stivale, dai salumi regionali alle birre artigianali, passando per stuzzichini, snack, formati di pasta di ogni genere e molto altro ancora. Perché non approfittarne, allora, per organizzare un perfetto aperitivo in casa?

Un proposito perfetto per mettere in evidenza le proprie capacità culinarie, per testare nuovi abbinamenti o, semplicemente, per approfittare di uno dei tanti kit di degustazione birre e formaggi disponibili in commercio. Di seguito, qualche utile consiglio.

Aperitivo in casa: cosa non può mancare

Per realizzare un perfetto aperitivo in casa, e soprattutto cogliere il gradimento dei propri invitati, è necessario rispettare alcune regole. Innanzitutto, quella del tipo di pasto: sebbene oggi molti approfittino dell’aperitivo per saltare la cena, in realtà non dovrebbe essere considerato un sostituto. Si dovranno quindi offrire pietanze veloci e leggere, dai crostini ai finger food, sbizzarrendosi anche con gli abbinamenti a base di pane. Naturalmente, un aperitivo che si rispetti non può essere privo di un accompagnamento alcolico, si tratti di una fresca birra oppure di un aromatico vino rosso.

In linea generale, un aperitivo di successo dovrebbe comprendere:

  • snack e stuzzichini vari: dalle classiche olive ai sottaceti, passando per patatine e finger food a base di verdure. È bene offrire qualcosa da sgranocchiare tra un sorso e l’altro;
  • prodotti a base di pane: dalle immancabili bruschette olio e pomodorini ai crostini cotti al forno, da abbinare con salumi e formaggi a volontà;
  • tagliere di salumi: salami e salamini sono i re incontrastati dell’aperitivo, ma si possono anche aggiungere fette sottili di prosciutto crudo e cotto, pancetta, mortadella, lardo o coppa, a seconda delle preferenze dei commensali;
  • tagliere di formaggi: altrettanto indispensabili sono i formaggi – dagli spalmabili agli stracchini nostrani, passando per gli stagionati tipici di regione – da abbinare a bruschette e crostini;
  • alcolici: l’aperitivo prevede il consumo di alcolici leggeri e da tavola, spazio quindi a tutte le varietà di vino rosso – eventualmente anche di bianco, per i palati più esigenti – e alle birre sia bionde che scure.

Se le tempistiche lo concedono, sicuramente di successo sarà l’idea di offrire delle mini-porzioni di pasta in diversi formati, da presentare in piccole ciotoline per sottaceti, ognuna con un condimento diverso: aglio olio e peperoncino, ragù bolognese, pesto alla genovese, carbonara, arrabbiata e molto altro ancora.

Birra per l’aperitivo: classica, artigianale e kit

Per gli amanti della degustazione della birra, la bevanda non può assolutamente mancare durante un aperitivo casalingo. Ma quale scegliere tra le alternative commerciali da banco, una perfetta birra artigianale o addirittura un comodo kit da ricevere a casa?

Orientarsi nella scelta potrebbe di primo acchito apparire tutt’altro che semplice, tuttavia basta seguire dei semplici consigli per stupire gli invitati. Il segreto è quello di prestare attenzione agli abbinamenti, prendendo spunto da due semplici regole:

  • Pari intensità: il primo passo per ottenere un abbinamento perfetto, e quindi scegliere la birra giusta, è quella di orientarsi per intensità. Piatti delicati, magari a base di verdure di stagione, potrebbero essere accompagnati da una classica bionda poco alcolica, anche da banco. A bruschette, crostini e altre proposte dal sapore intenso – magari un salume regionale – può essere invece abbinata una birra rossa artigianale, meglio se dello stesso luogo di provenienza per approfittare di simili note aromatiche;
  • Esaltare i contrasti: altra scelta interessante è quella di optare per contrasti di gusto tra i piatti presentati e la birra scelta. A un aperitivo piccante si può associare una birra bionda leggera, a un piatto delicato una rossa dal sapore persistente;

Ovviamente, lo stile delle portate dell’aperitivo potrà aiutare a raffinare ulteriormente la scelta:

  • Insalate, salumi cotti, pane semplice con olio, patatine: meglio optare per una classica lager, chiara e delicata nel gusto;
  • Pomodori, formaggi erborinati, aglio, pasta con pesto o ragù, lardo, salame: si consiglia di valutare una birra dall’aroma solido e strutturato, come ai piatti a cui verrà abbinata, quale ad esempio la Ale.

E se il panico prende il sopravvento, e non si riesce quindi a prendere una decisione, non vi è motivo di temere: in commercio sono presenti numerosi kit per aperitivo, completi delle più gustose birre artigianali, oltre a un abbinamento già studiato con formaggi freschi e stagionati o, ancora, sottoli e sottaceti di ogni varietà.

Formaggi per l’aperitivo: abbinamenti e kit

Il formaggio è uno degli ingredienti cardine per gli aperitivi, poiché si sposa perfettamente con tanti preparati – come ad esempio le pietanze da panificazione quali bruschette e crostini – tipici del finger-food. Come per la birra, anche in questo caso vanno considerati con attenzione gli abbinamenti:

  • formaggi erborinati: si sposano con frutta secca, frutta fresca autunnale e salumi delicati;
  • formaggi morbidi a crosta fiorita: mele, pere, prugne e salumi cotti;
  • formaggi freschi da spalmare: albicocche, melone, mango, pasta all’olio o al pomodoro, pane fresco e tostato;
  • formaggi stagionati: albicocche, fichi, salumi crudi e stagionati.

Naturalmente, il dubbio della scelta potrà essere risolto approfittando di uno dei tanti kit per aperitivo disponibili per l’acquisto, con un tagliere di formaggi già composto in relazione agli abbinamenti sia con altri ingredienti che con vino e birra. E si potranno scoprire anche dei sodalizi speciali, come quello con la marmellata.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento